Sanremo si tinge di gay

16 Febbraio 2012 |  Tagged , | Commenti disabilitati

Chi di voi ieri ha visto Sanremo?

Beh io c’ero (davanti al televisore dico)…..volevo capirci di pù e non ero contento di quanto avevo visto la sera precedente! L’opinione non è che sia cambiata parecchio però.

Ho trovato “utile” (quindi non bello nè brutto) tutto l’intervento dei “soliti idioti” circa l’omosessualità…. ancora l’italia è indietro circa la cultura gay (da qui la necessità di un blog come il mio) quindi qualunque occasione in cui in modo pulito, scherzoso magari anche sciocco in cui se ne può parlare è cosa buona e giusta.

Questo “ritardo” è confermato dal fatto che quando dal palco hanno chiesto chi ci fosse di gay in platea…pochissime mani si sono alzate….ed erano sopratutte di donne che volevano simpaticamente e magari affettuosamente “sposare” la causa….. ma chiunque abbia un pò di gaydar (il radar di noi gay) vedeva subito decine e decine di facce gay in mezzo al pubblico…. viltà dei gay? no, non direi proprio….. purtroppo ancora in Italia non è facile ammettere di essere gay! Ma questo mettetelo bene in testa…siamo più del 10% della popolazione…..ogni 10 persone che incontrate una è gay!

In generale comunque ritengo che sia stato appunto utile l’intervento di ieri sera che è culminato con un bacio gay a Morandi che devo dire (ovviamente era tutto programmato) si è comportato più che bene ridendoci più e confermando solo i suoi gusti personali (ci mancherebbe!!!) riferendosi al fatto che preferiva Belen.

Ecco Belen rispetto alla sera prima ha fatto un gran scivolone dovendo necessariamente mostrare il suo inguine tatuato.

Anche ai saluti finali non ho capito l’esigenza di trattenere il vestito con una mano per dovere necessariamente mostrare le sue parti più intime. Sei bellissima e anche io (gay) ti adoro e ti ammiro ma cavolo…..siamo a Sanremo …..che motivo c’è di buttarla necessariamente sull’osè?

Selezione delle canzoni: mbah a me non spiaceva Marlene Kuntz e quella di Carone/Dalla era tra le mie preferite, che Lorenda/D’alessio e la Fornaciari siani andati a casa invece sono d’accordissimo.

Forse a casa avreis pedito anche i Matia Bazar che si sono fermati ad una ventina di anni fa per musica, testi e outfit scirvendo una canzone con 5/10 parole al massimo senza contenuti nè messaggi particolari…. l’ho trovata veramente scontata!


Commenti



I commenti sono chiusi

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Sito web

Speak your mind

Codice di sicurezza: